Ricordiamo che sia l'ISPRA che l'ARPAT Toscana hanno espresso viva preoccupazione, per la rapidità della contaminazione chimica delle acque superficiali e profonde, chiedendo alle Asl di individuare le strategie per rendere effettivamente sostenibile l'uso dei fitofarmaci.

Il ruolo delle USL nella DIFESA DELLA SALUTE della popolazione è importantissimo.

Cosa chiediamo a USL, medici e a quanti hanno

responsabilità di tutela della nostra salute: 

  • Promuovere un percorso d’informazione della popolazione, chiedendo agli imprenditori agricoli di comunicare ai comuni di appartenenza, prima dell'inizio della stagione, i fitofarmaci che utilizzeranno, affinché questi possano a loro volta inviare opuscoli informativi o redigere pubblici avvisi per la popolazione

  • Svolgere un ruolo attivo nel contribuire a sottolineare alle Amministrazioni comunali, l' importanza ed il dovere di rendere effettiva quella tutela della popolazione che il Pan ha già reso obbligatoria, ma che al momento rimane inapplicata in quanto priva di una disciplina sanzionatoria che deve essere indicata in specifici regolamenti di polizia rurale.

  • Istituire un registro tumori della Valtiberina e la  pubblicazione dei dati più recenti sull'incidenza delle patologie tumorali, del sistema nervoso centrale e delle malformazioni fetali.

  • Pubblicare i dati dei livelli d’inquinamento delle falde acquifere superficiali e profonde della Valtiberina.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le normative prevista dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sul link al suo interno o semplicemente scorrendo la pagina verso il basso, accetti il servizio e i rispettivi cookies.